Giù le mani dal Panama! il cappello ecuadoriano ora è al sicuro

Giù le mani dal Panama! il cappello ecuadoriano ora è al sicuro

Ci pensa l’UNESCO a difendere questo noto copricapo dichiarandolo Patrimonio immateriale dell’umanità.

Una vittoria quindi per il governo ecuadoriano a cui viene ufficialmente riconosciuta la paternità di questo accessorio; infatti non tutti sanno che il cappello di paglia bianco a larghe falde noto come Panama ha invece origine nel cuore dell’Ecuador.

Il Panama lo scorso Dicembre è entrato a far parte della lista protetta perché la preziosa trama di paglia utilizzata per la sua creazione è, come affermano le Nazioni Unite, “frutto di un processo complesso che rappresenta una tradizione artigianale trasmessa da generazione a generazione in seno alle comunità tradizionali”.

Basti pensare che il processo di tessitura per realizzare cappelli di alta qualità può richiedere addirittura fino a 8 mesi.

Theodore-Roosevelt-Panama

La sua storia ha inizio a cavallo tra la fine del XIX secolo e l’inizio del XX, nato per proteggere i contadini dai raggi del sole divenne ben presto simbolo di gusto ed eleganza.
Il suo lancio nel campo della moda e dello stile avvenne nel 1913 quando Theodore Roosevelt lo indossò all’inaugurazione del Canale di Panama e da qui prese la sua attuale denominazione.

Dai personaggi storici alle icone della moda, da Humphrey Bogart a Brad Pitt, da Papa Benedetto XVI a Rachel Zoe… tutti ne hanno indossato almeno uno.

Prendetevi cura del vostro Panama!
I consigli della nonna dicono che per mantenerlo in ottimo stato bisogna semplicemente bagnarlo con frequenza o tenerlo in un luogo abbastanza umido; insomma un vero gioco da ragazzi che non permetterà al tempo di rovinare il vostro accessorio di stile.

15 gen 2013, Posted by Anna in Fashion, No Comments. Tagged , , , , ,



Posting your comment...

Leave A Comment


Subscribe to this comment via Email

http://www.the-d-lovers.com/wp-content/themes/press